L’Istituto Nazionale di Documentazione, Innovazione e Ricerca Educativa – INDIRE è il più antico ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione. Fin dalla sua nascita nel 1925, l’Istituto accompagna l’evoluzione del sistema scolastico italiano investendo in formazione e innovazione e sostenendo i processi di miglioramento della scuola.

L’Indire, in virtù delle sue radici, dispone di un archivio storico che conserva un ricco patrimonio documentario otto-novecentesco, uno dei pochi in Italia specializzati nella raccolta e nella valorizzazione di materiale documentario di interesse storico-pedagogico. L’Indire valorizza il suo patrimonio storico attraverso collaborazioni, eventi e mostre che mettono in luce il punto di vista dell’Istituto sulla memoria e sulla valorizzazione didattica delle fonti storiche. I cataloghi sviluppati nel corso di un decennio costituiscono una risorsa d’inestimabile valore per una riflessione più ampia sul patrimonio documentario e sull’uso delle fonti storiche nella didattica.

Digital collection

La sezione propone documenti digitalizzati selezionati dai database archivistici Indire e dai fondi documentari e bibliografici conservati dall’ente, organizzati in gallery tematiche quali mostre virtuali, per la promozione e valorizzazione del vasto patrimonio dell’Archivio Storico Indire, e raccolte di classroom materials, per incentivare l’uso delle fonti storiche nella didattica, grazie anche alle integrazioni di altre risorse elettroniche appositamente selezionate dal web.

In particolare, la Digital Collection mira ad ampliare l’accesso ai ricchi e particolari fondi archivistici Indire, digitalizzati e liberamente utilizzabili, sviluppando, supportando e promuovendo una collezione digitale distintiva in quanto specializzata nella raccolta di materiale documentario di interesse storico-pedagogico.

Le mostre virtuali attualmente online sono:

  • Nessuno escluso, un percorso storico fotografico che ha inizio nel 1977 con la legge 517 che cambia drasticamente la scuola italiana abolendo le scuole speciali e le classi differenziali e avviando così il lungo cammino dell’inclusione;
  • Educazione è compenetrazione di anime, una galleria virtuale di fotografie storiche provenienti dall’archivio del pedagogista “Giuseppe Lombardo Radice”, corredate da un commento e da un inventario analitico;
  • Indire e l’alluvione del ‘66, una raccolta di disegni di bambini, foto e documenti che raccontano i danni provocati dall’alluvione di Firenze del 1966;
  • Prima e dopo il ‘68, una piccola mostra fotografica che evidenzia tutto quello che è stato fatto dopo l’esplosione del movimento degli studenti negli anni Sessanta;
  • A ottant’anni dalle leggi razziali del fascismo, un percorso tematico e cronologico che traccia le principali tappe di uno dei momenti più drammatici della storia dell’Italia contemporanea. La raccolta è una sorta di classroom materials che vuole incentivare l’uso delle fonti storiche nella didattica, anche grazie all’integrazione di risorse elettroniche appositamente selezionale dal web.

L’Indire, attraverso alcune iniziative come “Educare al patrimonio culturale digitale la scuola italiana” e il progetto “HackCultura2019”, si sta impegnando nella promozione di un uso consapevole e innovativo del patrimonio culturale attraverso il digitale, partendo proprio dalla scuola e dalla didattica, in modo da consentire all’alunno di prendere consapevolezza del patrimonio culturale e della storia della nostra scuola con le sue specifiche caratteristiche.

Visita il sito

A proposito dell'autore

Laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con uno studio sulla società longobarda dell'Italia meridionale nell'Alto Medioevo, ha conseguito la Laurea specialistica in Archivistica e biblioteconomia presso lo stesso Ateneo con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Autore di Storia Digitale | Contenuti online per la Storia: blog-repertorio che dal 2007 si propone di monitorare e selezionare iniziative e progetti presenti nel web utili agli studi storici.

Post correlati