The Lodz Ghetto Photographs of Henryk Ross | AGO contiene oltre 4000 immagini della collezione Henryk Ross custodite presso la Galleria d’Arte dell’Ontario (AGO Art Gallery of Ontario) oggi consultabile da un vasto pubblico grazie al progetto digitale che permette di approfondire la storia di questa preziosa collezione, esplorare e cercare le immagini per tema, registrarsi e creare proprie raccolte.

Le immagini di Henryk Ross, scattate dal 1940 al 1945, forniscono uno straordinario sguardo sulla vita ebraica nel ghetto di Lodz durante un periodo straziante della storia. Gli ebrei imprigionati dal regime nazista tedesco vivevano – e spesso morivano – in condizioni disumane. Ross ha lavorato come fotografo ufficiale per l’amministrazione ebraica del ghetto, ma ha anche rischiato la vita per scattare fotografie illegali che documentano la triste realtà dei residenti di Ghetto di Lodz.

Prima che il ghetto venisse chiuso, Ross seppellì i suoi negativi con altri materiali, sperando che la sua collezione potesse un giorno diventare parte della storia pubblica della seconda guerra mondiale. Fortunatamente, fu in grado di recuperare il materiale sepolto quando il ghetto di Lodz fu liberato nel 1945. La sua incomparabile collezione fu consegnata all’AGO dall’Archive of Modern Conflict nel 2007 e mostrata per la prima volta all’AGO Art Gallery of Ontario, nella mostra Memory Unearthed del 2015 (vedi anche il rimando ad un articolo del Il Post qui ).

“I buried my negatives in the ground in order that there should be some record of our tragedy… I was anticipating the total destruction of Polish Jewry. I wanted to leave a historical record of our martyrdom.” – Henryk Ross

Il progetto digitale propone anche una partecipazione attiva dei visitatori, invitati ad aggiungere tag alle immagini per aiutare gli altri utenti nella ricerca (il campo del tag appare sul lato destro di ogni immagine).
Ad insegnanti e studenti è proposto un percorso di apprendimento diviso in quattro lezioni mirate ad una maggiore comprensione della complessità del ghetto di Lodz attraverso le fotografie di Henryk Ross.

Il progetto digitale creato per insegnanti, studenti, ricercatori e generazioni di famiglie collegate al Ghetto di Lodz permette di visionare e contestualizzare una raccolta di fotografie dell’Olocausto in cui vediamo la propaganda nazista che il fotografo è stato costretto a produrre accanto alle immagini della tragedia. L’abilità di Ross come fotografo gli ha permesso di trasformare singoli momenti in narrazioni commoventi e il suo sguardo ci permette di riflettere su questa storia difficile a partire dalla vita quotidiana di una comunità.

“They are testimony of the potential for art to be both an act of resistance and remembrance”

 

Giovani nel ghetto di Lodz

Giovani nel ghetto di Lodz

Visita il sito
The Lodz Ghetto Photographs of Henryk Ross | AGO
4.6Punteggio totale
Voti lettori: (11 Voti)

A proposito dell'autore

Laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con uno studio sulla società longobarda dell'Italia meridionale nell'Alto Medioevo, ha conseguito la Laurea specialistica in Archivistica e biblioteconomia presso lo stesso Ateneo con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Autore di Storia Digitale | Contenuti online per la Storia: blog-repertorio che dal 2007 si propone di monitorare e selezionare iniziative e progetti presenti nel web utili agli studi storici.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.