Il progetto Paesaggi Longobardi, realizzato in seno all’associazione culturale no profit AReS, vuole fornire un quadro generale delle presenze longobarde nelle regioni italiane, inserendo in un unico spazio i rinvenimenti archeologici contenuti nella letteratura dedicata. Il fine ultimo del progetto è fornire all’utente un strumento cartografico e bibliografico di rapido utilizzo, diretto ed essenziale: ogni geolocalizzazione offre informazioni essenziali (dati generali, localizzazione, cronologia, luogo di conservazione dei reperti) ed i riferimenti bibliografici generali.

Al momento il progetto è in fase di sviluppo: “Vista la grande quantità di dati, il progetto è aperto ed in corso di sviluppo; come si può osservare, alcune regioni sono caratterizzate da un buon grado di dettaglio della ricerca (il Piemonte, ad esempio, o alcune aree della Lombardia), mentre altre zone geografiche (le Marche, parte dell’Emilia Romagna, e le terre della Longobardia Minor) non sono ancora state oggetto di studi. La stessa presentazione dei dati è ancora in via sperimentale; al momento, ci siamo voluti concentrare sulla parte cartografica, lasciando ad una fase successiva il miglioramenti e aggiornamenti, in particolar modo la creazione di schede di dettaglio relative ai singoli siti.

Visit this resource [amazon_link asins=’B01LLGKNM6,883175470X,8815259899,8830402575′ template=’ProductCarousel’ store=’AKIAI7ZRQPTK76OGXDLA’ marketplace=’IT’ link_id=’8a7a7336-a5af-11e7-8bbf-29fe0a2a2f1b’]

 

Paesaggi Longobardi
utilità89%
qualità86%
autorevolezza93%
89%Punteggio totale
Voti lettori: (7 Voti)
91%

A proposito dell'autore

Laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con uno studio sulla società longobarda dell'Italia meridionale nell'Alto Medioevo, ha conseguito la Laurea specialistica in Archivistica e biblioteconomia presso lo stesso Ateneo con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Autore di Storia Digitale | Contenuti online per la Storia: blog-repertorio che dal 2007 si propone di monitorare e selezionare iniziative e progetti presenti nel web utili agli studi storici.

Post correlati