Topografia del terrore: topos.memo.ru – «Топография террора» – è la mappa interattiva della repressione sovietica a Mosca, dichiaratamente ispirato al progetto Topografia del terrore di Berlino. Il progetto si propone di svelare la Storia dietro ogni angolo della città e lo stesso curatoreAlexander Polivanov, lo ha definito un tentativo di cambiare il paesaggio urbano di Mosca. “Da qualche anno, si organizzano itinerari divulgativi su questo aspetto doloroso della Storia, ma il problema è che molti dei luoghi da raccontare non sono individuabili per le strade: niente targhe commemorative o iscrizioni. Nel 2013, i ricercatori hanno iniziato a studiare la storia dei luoghi di memoria di Mosca associati al terrore sovietico. Purtroppo, nelle attuali circostanze, non possiamo influenzare ciò che si presenta come la nostra città. Ma siamo in grado di influenzare la mappa mentale del moscovita, così abbiamo deciso di provare a creare un sito di mappe digitali di Mosca “- ha spiegato Polivanov.

Il progetto è stato sviluppato nell’ambito delle attività di Memorial Society sui Luoghi della memoria della repressione politica sovietica avviato nel 2013, anno in cui è stato lanciato il primo tour chiamato “Topografia del Terrore. Lubyanka e dintorni “(attualmente nel progetto si possono trovare più di 20 percorsi escursionistici a Mosca) completo di una mappa cartacea, ora in formato digitale grazie al team di ricercatori, archivisti, cartografi, programmatori, redattori e fotografi  che hanno raccolto e organizzato il materiale tra cui un database delle vittime del terrore in continuo aggiornamento, grazie al lavoro svolto dall’osservatorio internazionale, parte attiva del movimento di ricercatori e volontari alla base dell’iniziativa.

topos.memo.ru karta-1

topos.memo.ru

L’avvio del progetto topos.memo.ru è stata programmato per il Giorno della memoria delle vittime della repressione politica: 28 ottobre 2015 e si compone di due sezioni principali:  “mappa” e “testi“, dove è possibile trovare informazioni dettagliate sul luogo e fotografie documentarie.
Con il sistema di navigazione spaziale a forte impatto visivo grazie a colori e forme che distinguono periodi e temi, l’utente può cambiare il livello della scheda (scegliere una mappa di Mosca nel 1937 o la fotografia aerea tedesca del 1942), selezionare il percorso virtuale o prenotare un’escursione in loco cliccando le proposte del calendario posto nella barra di navigazione superiore.
Il completamento del progetto digitale è previsto entro il 2017.

Il sito è quasi interamente in lingua russa. Per comprendere la parte descrittiva è possibile utilizzare i traduttori online come Google Translate.

Visit this resource

 

A proposito dell'autore

Laureata all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia e in Archivistica e biblioteconomia, si interessa di ricerca e valutazione delle risorse web per gli Studi Storici, progettazione e promozione della conoscenza storica attraverso le nuove tecnologie.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata