martedì 8 ottobre, ore 21:00 – Palazzo Bo – Aula Magna

Paolo Mieli

presenta in anteprima nazionale il libro “I conti con la storia”.
Saranno pagine “per capire il nostro tempo” – come recita il sottotitolo – quelle de I conti con la storia (Rizzoli), il nuovo libro di Paolo Mieli in uscita a fine ottobre, presentato in anteprima alla Fiera delle Parole 2013. Un nuovo contributo dell’ex direttore del Corriere della sera, da tempo impegnato con passione e competenza nella divulgazione storica. In diretta video su www.unipd.it.

mercoledì 9 ottobre, ore 11:00 – Centro Culturale Altinate – San Gaetano – Agorà

Domenico Gallo

presenta “Da sudditi a cittadini. Il percorso della democrazia” per le scuole superiori, aperto al pubblico
Sempre più spesso la Costituzione è considerata come una sorta di reliquia, un simbolo, che non ha il potere di incidere sulla vita quotidiana dei cittadini e delle istituzioni. Domenico Gallo – magistrato e giurista – reagisce a questo atteggiamento e lo fa ricostruendo la storia, i movimenti, gli eventi che hanno portato alla Costituzione.

mercoledì 9 ottobre, ore 17:30 – Palazzo Liviano – Sala dei Giganti

Pompeo Volpe

presenta il libro “Negli Anni di piombo a Padova. Tra le righe di una pagina da non voltare” In diretta radio su www.radiobue.it
Con Michele Cortelazzo, Sergio Frigo e Oddone Longo

giovedì 10 ottobre, ore 17:00 – Caffè Pedrocchi – Sala Ottagona

Enza Del Tedesco

presenta il libro “Il romanzo della nazione” in collaborazione con Progetto Giovani Padova
Con Antonio Lauriola
in collaborazione con Progetto Giovani Padova
Partendo dalla conclusione, dal racconto cioè di una nazione che non c’è, la studiosa ricostruisce la storia del romanzo della nazione all’incontrario: da Pirandello a Nievo, incontrando lungo il tragitto De Roberto, Verga, gli scapigliati e quanti altri mai. Il romanzo della nazione che non c’è smentisce la pretesa di chi, fatta l’Italia, voleva fare gli italiani.

giovedì 10 ottobre, ore 17:30 – Palazzo Liviano – Sala dei Giganti

Aldo Cazzullo

presenta in anteprima esclusiva “Basta piangere. Storie di un’Italia che non si lamentava”
Con Cristina Sartori
“Nei libri precedenti mi ero concentrato sulla fiducia che il nostro Paese dovrebbe avere nella possibilità di uscire dalla crisi, perché c’è un’Italia che non si arrende al declino. Adesso voglio raccontare ai ragazzi di oggi, ai miei figli, che una volta si stava enormemente peggio rispetto ad adesso. Mio nonno si è fatto un anno di campo di concentramento austriaco durante la Prima Guerra Mondiale e ha avuto il tifo, e quando avevo gli orecchioni mi diceva di non lamentarmi. Mia bisnonna ha sposato un uomo che non conosceva e le dicevano di non lamentarsi. Io non avevo nonni che mi straviziavano e non si lamentava nessuno. Mia madre ogni volta che piagnucolavo mi diceva: ‘Adesso basta piangere!’. Parto da quelle parole e le voglio lasciare ai giovani di oggi.”

venerdì 11 ottobre, ore 10:30 – Liceo Scientifico Ippolito Nievo

Edoardo Pittalis

presenta “La guerra di Giovanni. L’Italia al fronte 1915/1918”
Aveva creduto che la guerra fosse il modo di sentirsi parte di quell’Italia che muoveva i primi passi, per questo era tornato dall’Argentina. Non immaginava di trovarsi in una tragedia più grande dell’emigrazione. Conobbe le trincee dell’Altopiano, le rocce del Carso, le acque del Piave. E l’angoscia della morte accanto. Sulla pelle non gli rimasero le medaglie, ma le ferite.

venerdì 11 ottobre, ore 17:30 – Palazzo Bo – Aula Nievo

Michele Cortelazzo e Francesca Gambarotto

presentano il libro “Parole, economia, storia: i discorsi dei presidenti di Confindustria dal 1945 al 2011”
Con Mauro Pertile
Una lettura inedita della storia del capitalismo italiano dal secondo dopoguerra all’attuale assetto dell’organizzazione industriale grazie a un’attentissima ricostruzione, attraverso i discorsi annuali dei suoi Presidenti, della storia dell’impegno di Confindustria nei processi decisionali e nella vita politica – oltre che economica – del nostro Paese.

venerdì 11 ottobre, ore 19:00 – Centro Culturale Altinate – San Gaetano – Agorà

Ennio Remondino

presenta “La guerra fabbrica di bugie”
Con Luigi Bonanate
Dall’Olimpo all’Afghanistan, dalla guerra di Troia alla tragedia siriana, la maggior parte dei confilitti – militari, sociali, culturali, economici – sono stati favoriti da un sistema di bugie, artifici, non detti. Un confronto con uno dei più grandi inviati italiani di guerra sulle visioni distorte delle reali ragioni che muovono gli scontri, antichi e contemporanei.

sabato 12 ottobre, ore 15:30 – Libreria Pangea

Piergiorgio Pescali

presenta il libro “Indocina”
Vietnam, Cambogia e Laos: nazioni diverse tra loro in quanto a cultura, popolazione, religione, lingua che, ad un certo punto della loro storia, hanno visto confluire le vicende in un alveo comune. Dapprima la colonizzazione, poi le guerre di liberazione contro Francia e Stati Uniti. La difficoltà di capire un mondo eticamente e moralmente autonomo, politicamente refrattario all’eurocentrismo come l’Asia, ha allontanato la nostra attenzione da questo continente. “Indocina” è un libro che cerca di sopperire a questa mancanza di ricerca; dall’arte alla letteratura, dalla storia alla religione, dalla morfologia alle vicende del popolamento l’autore approfondisce i tratti salienti di quest’area del Sud Est Asiatico. I box di approfondimento arricchiscono la lettura con aspetti del tutto inediti, vere e proprie testimonianze raccolte dallo scrittore. Ci sono interviste esclusive, come quella effettuata a Pol Pot, a Ta Mok, a Khieu Samphan e a Vann Nath, l’ultimo sopravvissuto della S-21, ma anche al cardinale di Ho Chi Minh Ville, Pham Minh Man o al vescovo di Dalat, Peter Nguyen Van Nhon, in prima fila nella difesa dei diritti delle minoranze etniche.

A proposito dell'autore

Laureata all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia e in Archivistica e biblioteconomia, si interessa di ricerca e valutazione delle risorse web per gli Studi Storici, progettazione e promozione della conoscenza storica attraverso le nuove tecnologie.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata