“Longobardi. Un popolo che cambia la storia” è la mostra nata dalla collaborazione internazionale di tre istituzioni –  Musei Civici di Pavia, Museo Archeologico nazionale di Napoli, Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo – e curata da Gian Piero Brogiolo e Federico Marazzi in collaborazione col Mibact.

Un grande evento internazionale in tre sedi, la cui prima tappa è il Castello Visconteo di Pavia, dal 1 settembre al 3 dicembre2017. Pavia che torna ad essere idealmente capitale e che per l’occasione ha censito tutti i dati presenti in città relativi all’età alto-medievale e collegati da nuovi itinerari, mentre verranno aperte al pubblico per la prima volta tre cripte che facevano parte di edifici di culto.

Nel grande spazio espositivo del Castello, che già ospita collezioni permanenti relative all’epoca longobarda, otto sezioni tematiche faranno conoscere le caratteristiche di questo popolo e gli effetti delle sue conquiste. Oltre 300 opere provenienti da più di 80 Musei ed enti prestatori italiani e stranieri sono pronte a raccontare storia dei Longobardi in Italia,

“Dopo la fine dell’Impero d’Occidente, l’Italia, sotto il dominio dei Goti, era rimasta il cuore economico, culturale e religioso dell’Europa. Tutti i tentativi di riunire l’antico Impero si infrangono nel 568 con l’arrivo di un popolo “invasore”: i Longobardi. Da quel momento la storia dell’Italia non sarà più la stessa.

Gli “uomini dalle lunghe barbe” danno il via a quel lunghissimo periodo di frammentazione politica della Penisola che si protrae sino al Risorgimento. Ma, la storia di questo Popolo è anche il racconto di grandi sfide economiche e sociali, di relazioni e mediazioni tra Mediterraneo e Nord Europa, di secoli di guerre e scontri, di alleanze strategiche e contaminazioni culturali tra differenti popolazioni, di grandi personalità. Un’epopea che ha visto Pavia diventare capitale del Regno Longobardo e il Sud Italia, con il Ducato di Benevento, memoria e retaggio sino a oltre metà del XI secolo del dominio pavese abbattuto da Carlo Magno nel 774.”

Tutte le date:

  • Pavia, Castello Visconteo: 1 settembre – 3 dicembre 2017
  • Napoli, Museo Archeologico Nazionale: 15 dicembre 2017 – 25 marzo 2018
  • San Pietroburgo, Museo Statale Ermitage: aprile – giugno 2018

 

Visita il sito

 

A proposito dell'autore

Laureata all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia e in Archivistica e biblioteconomia, si interessa di ricerca e valutazione delle risorse web per gli Studi Storici, progettazione e promozione della conoscenza storica attraverso le nuove tecnologie.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata