Donne e cultura scritta nel medioevo si propone di costituire un archivio delle donne che hanno lasciato memoria di sé nelle testimonianze grafiche fino a tutto il secolo XV. Si prevede l’inserimento progressivo di nomi di copiste, con esclusione, nella fase attuale, di altre figure (come ad esempio miniatrici e legatrici) che hanno partecipato direttamente alla produzione manoscritta. I dati sono ricavati di norma dallo spoglio di fonti edite, non dalla autopsia degli esemplari: di qui la loro sinteticità e disomogeneità, che si spera col tempo di ridurre.

Visita il sito

A proposito dell'autore

Laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con uno studio sulla società longobarda dell'Italia meridionale nell'Alto Medioevo, ha conseguito la Laurea specialistica in Archivistica e biblioteconomia presso lo stesso Ateneo con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Autore di Storia Digitale | Contenuti online per la Storia: blog-repertorio che dal 2007 si propone di monitorare e selezionare iniziative e progetti presenti nel web utili agli studi storici.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.