Caro Primo Ministro,
Alcune settimane fa ci avete onorati con una visita a Bletchley Park; consideriamo essenziale la vostra attenzione al nostro lavoro. Avrete notato che siamo ben riforniti di macchine “Bombe” per infrangere il codice tedesco Enigma. Crediamo tuttavia voi dobbiate sapere che questo lavoro è rallentato – e in alcuni casi addirittura bloccato – anzitutto dalla mancanza di personale.

Alan Turing. Gordon Welchman, Hugh Alexander, Peter Stuart Milner-Barry. Lettera indirizzata a Winston Churchill nel 1941, conservata presso Public Record Office in Kew, Richmond (document reference HW 1/155)

Bletchley Park è una tenuta situata a circa 75 km a Nord-Ovest di Londra. Durante la seconda guerra mondiale è la sede dell’unità principale di crittoanalisi del Regno Unito. Molti codici e messaggi segreti vengono decifrati in questo luogo; i più noti sono quelli ottenuti con la macchina Enigma e con la macchina di Lorenz. A Bletchley Park è collocato anche un potente impianto per l’intercettazione radio dei messaggi nazisti, la Stazione X.
Le informazioni ottenute con le attività svolte a Bletchley Park aiutano lo sforzo alleato e per alcuni studiosi accorciato la durata della guerra di almeno un paio di anni. Grazie all’attività dei crittoanalisti, ad esempio, al momento dello sbarco in Normandia nel giugno del 1944 gli alleati sanno con precisione il dislocamento di tutte le divisioni tedesche sul fronte occidentale.
Sebbene gli alleati americani vengano ammessi a Bletchley Park niente viene detto della sua esistenza agli alleati Sovietici dei quali Churchill, come è noto, non si fida. La conoscenza in anticipo delle azioni tedesche avrebbe anche sul fronte orientale accelerato la fine delle ostilità e evitato grandi perdite di vite umane.
La segretezza del luogo viene mantenuta con la massima efficienza. Durante tutta la guerra, infatti, l’unica azione nemica nei suoi confronti avviene solo per via di un maldestro bombardamento effettuato contro la vicina stazione ferroviaria.
Comandante della stazione è Alistair Denniston; per reclutare gli esperti da arruolare nel suo team di crittoanalisti esamina matematici, linguisti, campioni di scacchi e di cruciverba, poliglotti.
Nel corso della guerra a Bletchley Park lavorano circa 12000 persone, l’80% delle quali donne.
Bletchley Park è oggi sede del Museo Nazionale del Calcolo. (Tecnologie che contano – museoscienza, <http://www.museoscienza.org/attivita/mostre/turing/>)

Nella sezione Progetti partiamo proprio dal Bletchley Park per raccontare La Storia di Internet, Internet per la Storia
Per informazioni: info@storiadigitale.it

Visit this resource

A proposito dell'autore

Laureata all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia e in Archivistica e biblioteconomia, si interessa di ricerca e valutazione delle risorse web per gli Studi Storici, progettazione e promozione della conoscenza storica attraverso le nuove tecnologie.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata