Il sito web “Biagio Rossetti 500” è una piattaforma digitale dedicata all’architetto Biagio Rossetti, protagonista del Rinascimento ferrarese. In particolare, l’app collegata rappresenta l’opportunità di conoscere e approfondire la storia di Ferrara di fine Quattrocento attraverso le architetture cittadine.

Il progetto, sviluppato dal Comitato Tecnico-Scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Biagio Rossetti, è “destinato a diventare il più completo e organico sistema documentario on line su Rossetti, tra foto di alta qualità, documenti recuperati dagli archivi e video”.

L’applicazione è integrata con innovativi dispositivi bluetooth beacon posizionati in corrispondenza di alcuni beni monumentali rossettiani. I beacon sono trasmettitori radio a bassa potenza che sfruttano la tecnologia Bluetooth per monitorare la presenza di dispositivi mobili e dialogare con essi. Si tratta quindi di dispositivi con funzione proattiva in grado di localizzare l’utente fino a 50 metri di distanza, per poi offrire contenuti video e audio così da creare un percorso di visita digitale ed interattivo, finalizzato alla valorizzazione non solo del patrimonio ancora esistente ma anche di quello andato irrimediabilmente perduto.

Come altre applicazioni di valore presenti negli appstore, anche questa app lega la Storia alle opportunità che il digitale offre per promuovere progetti di fruizione e approfondimento utili ad incentivare il turismo culturale.

L’applicazione è ben curata a livello grafico e ricca di informazioni testuali e multimediali che rispecchiano le più aggiornate ricerche sull’architettura estense del primo Rinascimento. Le schede informative sono redatte da Maria Teresa Sambin De Norcen, dottore di ricerca in storia dell’architettura e dell’urbanistica, autrice di numerosi saggi sul Rinascimento e i molteplici aspetti della storia dell’architettura e della città, dal cantiere alla trattatistica, dalla committenza al progetto, alla rappresentazione.

L’app e il sito web sono stati realizzati dalla start up SmartFactory, su indicazione del Comitato tecnico-scientifico per le celebrazioni del cinquecentenario della morte di Biagio Rossetti, composto da Francesco Ceccarelli (Università di Bologna, Presidente), Caterina Bon Valsassina (Direttore della Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio del Mibact), Giovanni Carbonara (Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici del Mibact), Carla di Francesco (Museo Nazionale dell’ebraismo italiano e della Shoah), Fabio Donato (Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici del Mibact), Alessandro Ippoliti (Università di Ferrara), Andrea Malacarne (Presidente della sezione ferrarese dell’Associazione Nazionale “Italia Nostra”), Luigi Malnati (Direttore della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara), Alessandra Marino (Direttore del servizio III della Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio del Mibact), Aldo Modonesi (Assessore ai lavori Pubblici, Mobilità, protezione Civile, Sicurezza Urbana, Comunicazione e Palio del Comune di Ferrara), Stefano Francesco Musso (Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici del Mibact), Adriano Prosperi (Professore emerito di Storia Moderna, Scuola Normale Superiore di Pisa), Aniello Zamboni (Responsabile dell’Ufficio Diocesano Arte Sacra e Beni Culturali), Chiara Zevi (Vicepresidente della Fondazione Bruno Zevi), Francesco Scafuri (Comune di Ferrara, Segretario).

L’app è scaricabile gratuitamente negli Store sia in versione iOS che Android

Biagio Rossetti 500
Utilità 88%
Qualità 86%
Autorevolezza 100%
91%Punteggio totale
Voti lettori: (10 Voti)
94%

A proposito dell'autore

Laureata all’Università Ca’ Foscari di Venezia in Storia e in Archivistica e biblioteconomia, si interessa di ricerca e valutazione delle risorse web per gli Studi Storici, progettazione e promozione della conoscenza storica attraverso le nuove tecnologie.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata