“The studioli of the ducal palaces at Urbino and Gubbio offer elegant demonstrations of architecture’s capacity, as a discipline and medium, to transact between the mental and physical realms of human experience. Constructed between 1474 and 1483 for the military captain Federico da Montefeltro, of Urbino, the studioli may be described as treasuries of emblems, for they contain not things but images of things, rendered with remarkable perspectival exactitude. Over the past five centuries, these chambers have themselves become emblems for the intellectual milieu at the court of Urbino, crystallizing a unique brand of humanism1 that spanned the mathematical and verbal as well as liberal and mechanical arts. … ”

Preamble

© 2008 Columbia University Press

Visita il sito

 

A proposito dell'autore

Laureata in Storia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con uno studio sulla società longobarda dell'Italia meridionale nell'Alto Medioevo, ha conseguito la Laurea specialistica in Archivistica e biblioteconomia presso lo stesso Ateneo con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Autore di Storia Digitale | Contenuti online per la Storia: blog-repertorio che dal 2007 si propone di monitorare e selezionare iniziative e progetti presenti nel web utili agli studi storici.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.