E’ tornata alla luce la ‘valigia’ segreta di Robert Capa. Le valigia erano custodite in un luogo imprecisato di Città del Messico, tra i possedimenti di un ex diplomatico messicano.
A rivelarlo il New York Times, precisando che nelle tre valigie sono contenuti migliaia di negativi di fotografie che Robert Capa scattò durante la Guerra Civile spagnola prima di di lasciare l’Europa per trasferirsi in America nel 1939. Tra gli altri ci sarebbe anche il negativo della celebre ‘The falling soldier’, scattata nel 1936 sulle colline di Cordoba e diventata una delle immagini più famose al mondo: quella di un miliziano spagnolo colto nel momento in cui viene colpito alle spalle da un proiettile, un attimo prima di cadere a terra, le braccia larghe, il fucile in mano.
Secondo la leggenda che per oltre mezzo secolo ha accompagnato la valigia perduta di Capa, quel negativo, così come quelli di altre migliaia di foto scattate in quel periodo, furono dimenticati da Capa in una camera oscura di Parigi e se ne persero le tracce. Fino a che, intorno alla metà degli anni Cinquanta, cominciò a circolare la voce che la valigia di Capa, o per meglio dire la ‘Capa Cache’, era stata vista prima a Marsiglia, poi a Città del Messico.

Visita il sito

A proposito dell'autore

Laureata con lode in Storia presso l’Università Ca' Foscari di Venezia con una tesi sulla trasformazione delle istituzioni altomedievali attraverso i documenti privati, ho di seguito conseguita la laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Da quegli studi e quelle letture nasce il progetto di condivisione delle risorse disponibili in rete per gli studi storici.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata