Durante la Prima Guerra Mondiale illustrazione e fotografia rivestono particolare importanza: esse infatti avevano un potere di suggestione e di presa su un pubblico, in larga misura illetterato, che la parola scritta o parlata non aveva.
Si tratta di un patrimonio ricchissimo al quale i nuovi indirizzi della ricerca storica si rivolgono con sempre maggiore interesse perché offre uno spaccato dei cambiamenti della società, della cultura e della mentalità dell’epoca che altri documenti colgono con minore immediatezza
Il Progetto prevede la creazione di un grande archivio di immagini, poco conosciute ma di assoluta rilevanza qualitativa, se non di vero e proprio valore artistico, e, nel suo insieme, di straordinario interesse storico e documentario, che consentirà la conoscenza e la valorizzazione di collezioni documentarie possedute da istituti diversi.”

I Partner:

Fondo guerra BSMC – Biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea

Il Fondo Guerra trae origine dal materiale raccolto dal Comitato per la storia del risorgimento italiano e dall’Ufficio storiografico della mobilitazione industriale per documentare la Grande Guerra. Comprende materiale eterogeneo tra cui circa 3.000 testate di giornali italiani e stranieri e 2.000 fotografie.

 

Fondo guerra MCRR – Museo Centrale del Risorgimento

Gli Album fotografici della Grande Guerra fanno parte del Fondo iconografico del Museo Centrale del Risorgimento. La maggior parte di questo materiale venne raccolto per volontà dell’onorevole Borselli e andò a formare parte del Fondo Guerra insieme a cimeli, armi e documenti.

 

Fondo BNCR – Biblioteca nazionale centrale di Roma

L’Archivio fotografico Vittorio Emanuele iniziò a formarsi già alla fine del secolo 19° quando i fotografi decisero di depositare in biblioteca le loro opere per tutelarne il diritto d’autore. Oggi confluiscono in esso le eventuali nuove acquisizioni.

 

Fondo guerra BUA – Biblioteca Universitaria Alessandrina

Il Fondo Guerra della Biblioteca Universitaria Alessandrina comprende tutti i documenti a stampa e in originale “Raccolta di Guerra” collezionati da Guido Calcagno su disposizione dell’onorevole Paolo Boselli, che si aggiungono a quanto pervenuto dall’Ufficio Storiografico della Mobilitazione Industriale e dalla Biblioteca del Risorgimento. Il materiale fotografico consiste in numerose fotografie sciolte.

 

Visit this resource
14-18 immagini dalla grande guerra
3.9Punteggio totale
Voti lettori: (6 Voti)

A proposito dell'autore

Laureata con lode in Storia presso l’Università Ca' Foscari di Venezia con una tesi sulla trasformazione delle istituzioni altomedievali attraverso i documenti privati, ho di seguito conseguita la laurea magistrale in Archivistica e biblioteconomia con una tesi sulle biblioteche digitali per gli studi medievistici. Da quegli studi e quelle letture nasce il progetto di condivisione delle risorse disponibili in rete per gli studi storici.

Post correlati

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata